Username e/o password non validi!

Hai dimenticato la password?

Parla con noi

Il Blog

Erion Islamay

di Erion Islamay

commentiInserito il: 11 ottobre 2010 | commenti 3 Commenti

Mano inevitabile in un MTT live

Mano inevitabile in un MTT live.

L’altra faccia del “Fattore C”

 

Vincere un torneo  non è mai cosa facile. Chi dice il contrario mente, oppure non ha sufficiente esperienza per rendersi conto della quantità di situazioni che bisogna saper affrontare dall’inizio fino all’ Hu finale. In questa battaglia, la dea bendata è un’alleata necessaria. E non basta appellarsi alla sua clemenza solamente per vincere coinflip o 40-60 , ma soprattutto  per non ritrovarsi in mani senza uscita o nei cosiddetti “cooler”.

Vediamo di concretizzare quanto detto con una mano di cui ho avuto il piacere d’essere testimone. E come in tutte le hand analysis che si rispettino, non si può prescindere dai dettagli, che ne sono la chiave.

Ci troviamo al Perla durante un Main event da 2000 euro di buy-in.  Stack di partenza 20k e blind che si alzano ogni ora.

I blinds sono 150-300 con ante 25, pot  675. Daniele Mazzia apre da cut off con uno standard raise di 775, call dello SB e call del BB. I players in questione sono :  giocatore croato mediocre molto aggressivo e sicuramente non  scary money, e Ovi Balay, ottimo torneista LAG, giunto 6° all’EPT di San Remo del 2009.

Pot 2775. Stacks: Mazzia 22k, Croato 10.5k, Ovi 16k

Flop:  K(q) Q(q) Q(f)  

Tutti e tre optano per un check.

Turn:  8(q).

Lo SB  decide di fare check nuovamente. A questo punto Ovi esce puntando 1425. Call da parte di Mazzia, e istant reraise all in di 10.500 da parte del giocatore croato. STOP!!

La mano di Ovi è A(q) 9(q), per un colore nuts chiuso al turn. Cerchiamo di capire quali siano stati i suoi ragionamenti.

Avendo una profonda conoscenza di entrambi i players, è molto difficile ipotizzare un full in mano al giocatore croato, in quanto il suo check-push al turn ha chiaramente lo scopo di chiudere lì  la mano. Per cui Ovi può tranquillamente identificare  il suo range in Q-x o flush più basso.

Il problema è Mazzia. Con quali mani Daniele non va in c-bet sul flop, e chiama il bet di Ovi al turn? Purtroppo con tantissime mani.

Ma partiamo dall’inizio: Il suo range d’apertura PREFLOP dal cut off è enorme, e questo non aiuta.

Ovi sa di certo che su un FLOP “pairato”, Daniele sarebbe andato in c-bet con la maggior parte delle mani che hanno “missato” e inoltre con Q-x per estrarre chips da draws o dal K. Mentre è probabile che Daniele opti per un check sul flop con 88,99, TT, JJ, AA, AK, JT e flush draw per non trovarsi in fastidiose situazioni di check-raise da parte di giocatori aggressivi, smorzando in questo modo l’azione e tenendo il pot sotto controllo in posizione.  Inoltre è quasi certo che in questo spot, contro questi players, tenderebbe allo slowplay  col nuts, cioè con KK,QQ e KQ.

Al TURN, agli occhi di Mazzia, Ovi potrebbe essere in tentativo di stealing dopo il doppio check dello SB, e questo giustificherebbe un call al bet di 1425 con 99+.  La nota dolente è che Mazzia potrebbe giocare la mano allo stesso modo  anche con un full. Per cui un reraise all in di Ovi è da scartare, in quanto verrebbe chiamato solamente dal nuts.

Quindi, stabilito il range di mani con cui Mazzia “flatta” al turn, Ovi decide solamente di chiamare l’all in dello SB, ricevendo come premio per la sua profonda analisi un ISTANT PUSH in muso di Mazzia.

A questo punto Ovi non batte più nulla: non c’è alcuna possibilità che Daniele abbia un flush più basso, in quanto sicuramente avrebbe rilanciato al turn. Per cui non può avere nient’altro che full con KK, KQ, 88 o addirittura poker.

Dopo aver esaurito il Time bank, Ovi decide di foldare su un pot di quasi 40k nonostante rimanesse con 5,5k. Purtroppo, il torneo del forte giocatore romeno è stato compromesso dall’enorme overbet  dello SB, che allo showdown mostrerà imbarazzato il suo QJ, mentre Mazzia sventolerà il suo KQ portandosi a casa il pot.

Questo tipo di mani non aiutano a vincere un torneo, ma ciononostante, l’ottimo fold da parte di Ovi dopo un’attenta analisi della mano, gli ha permesso di non negarsi la ciance d’arrivare alla fine del Day1.

Nice hand!

Condividi:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Delicious Condividi su Digg Condividi su Friendfeed Invia una Email Altri...

3 Commenti

commenti andry975 (2010-10-12 22:38:25)
l'analisi è perfetta,però a volte non si può combattere il "fattore C",per esempio,torneo online al tavolo finale:avevo A A e un bel pò di chips,punto alto,vengo chiamato e al flop ho tris d'assi A 4 Q,all-inn perchè le altre sono tutte più basse,rischio minimo,se l'avvesario non ha almeno una coppia buona deve foldare,CALL con 2 5,6 al turn e 3 al river!!non me la prendo più di tanto,sono arrivato 8 su 5600 partecipanti,ma un call così al tavolo finale non lo avrei mai sospetato e il "fattore C" ha fatto il resto.This is Poker Vi ringrazio per i preziosi consigli.
commenti Cattivo (2010-10-12 22:50:32)
Una mano davvero interessante e di alto livello. Però Ovi essendo Mazzia superiore di stack iniziale avrebbe potuto pensare di puntare prima del turn, non limitandosi al check. Avrebbe capito dove erano gli altri prima del river... (ovviamente aveva solo un progetto, per questo ha sperato in un colore "gratis", poi è stato abilissimo a capire di essere dietro... un grande!)
commenti bingone (2010-10-19 11:18:21)
Hero fold di Ovi! Lo confesso, io a quel punto avrei messo tutte le chips... Invece sbagliatissimo, a mio avviso, il check del giocatore croato al flop! Dopo che aveva settato la Q, doveva per forza uscire puntando, tenendo conto dei con 2 cuori su board e del l'eventualità di essere battuto da un full di un avversario (settando ad esempio una small pair).


TOP



Per poter commentare devi fare il login. Se non hai username e password, registrati subito

I blogger di PI24

Redazione Niccolò CaramattiMaurizio CaressaAlessandro ChiaratoPier Paolo FabrettiFlavio Ferrari ZumbiniErion IslamayRiccardo LacchinelliAlessandro PasturaMr. PlayItSafeAlberto RussoGiorgio Sigon URAISEIFOLD

Tags/Categorie

Post più popolari

L'esperto risponde


Fai le tue domande ai nostri esperti, scrivici subito!

Invia la tua domanda »

Domanda a:

Flavio Ferrari Zumbini

Ciao Flavio. Ho letto molto ma ho ancora diversi dubbi su pot odds e odds. Esempio: 1v1 al flop ho 4/5 di colore, l'oppo punta un importo A, io callo. Al turn...
Leggi la risposta

Domanda a:

Flavio Ferrari Zumbini

Grandissimo Flavio, mi sono appena avvicinato al cash game e ho letto due volte il tuo libro. bellissimo. volevo chiederti come comportarsi nel 6max con AK. ...
Leggi la risposta

Domanda a:

Redazione

buon giorno non mi è arrivata la mail con la password del torneo di stasera freeroll irish nonostante io mi sia iscrtitta a paddypower tramite il vostro sito...
Leggi la risposta

Domanda a:

Redazione

ciao a tutti , volevo chiedere una cosa che spesso e´motivo di discussione fra me ed i miei amici quando organizziamo dei piccoli tornei La situazione...
Leggi la risposta

Domanda a:

Flavio Ferrari Zumbini

Ciao Flavio, secondo te le (tante) scuole di poker non stanno in un certo senso modificando in peggio l' edge che i pro possono vantare ai tavoli on line?...
Leggi la risposta


Leggi tutte le risposte »

Invia la tua domanda »

Archivio

Blog RSS Feed

Segui tutto il blog di POKERItalia24

Segui il blog di: Redazione

Segui il blog di: Niccolò Caramatti

Segui il blog di: Maurizio Caressa

Segui il blog di: Alessandro Chiarato

Segui il blog di: Pier Paolo Fabretti

Segui il blog di: Flavio Ferrari Zumbini

Segui il blog di: Erion Islamay

Segui il blog di: Riccardo Lacchinelli

Segui il blog di: Alessandro Pastura

Segui il blog di: Mr. PlayItSafe

Segui il blog di: Alberto Russo

Segui il blog di: Giorgio Sigon

Segui il blog di: URAISEIFOLD