Nasce CoinPoker, il sito dove si gioca con la criptovaluta

nessun commento Gaming Business
Facebook
YouTube
RSS
Follow by Email

La crescita esponenziale delle criptovalute (Bitcoin per intenderci) colpisce anche il mondo del poker. Tra poco sarà possibile giocare a poker online su CoinPoker, una nuova piattaforma di gioco che userà i CHP (chips), una criptovaluta “nuova di zecca” (per modo di dire) basata sul sistema Ethereum.
I vantaggi? Transazioni velocissime, sicurezza ma anche anonimato. Parola di Isabelle Mercier, Community Manager di CoinPoker e volto noto nell’ambiente.

Da pokernews.it

CoinPoker, una nuova piattaforma di poker basata sulla criptovaluta, è ora online e aperta al gioco a soldi finti. Utilizzerà i token CHP e la tecnologia blockchain contro il gioco disonesto.

I giocatori di poker amanti delle criptovalute possono provare il software di CoinPoker, che ha già lanciato la modalità free play. L’applicazione è già disponibile per il download: la room ha l’obiettivo di dare ai giocatori ciò che vogliono – divertimento, trasparenza e partite competitive.

“La mission di CoinPoker è di fornire partite di poker online sicure, trasparenti e affidabili”, ha dichiarato Isabelle Mercier, rappresentante di CoinPoker e membro ben noto dell’industria pokeristica. “Blockchain apre così tante opportunità per la community, persino in quelle regioni dove gli amanti del gioco hanno sempre problemi coi pagamenti, come Asia o America Latina. I giocatori di tutto il mondo possono stare tranquilli: i loro fondi saranno al sicuro, le carte saranno casuali e le partite incontaminate”.

Secondo la Mercier, la criptovaluta permetterà di ridurre le tempistiche delle transazioni da giorni a pochi secondi, in qualsiasi punto del mondo, permettendo perciò di prendere il controllo dei propri fondi persino alle persone che abitano in Paesi che hanno difficoltà in questo senso. Per giocare a CoinPoker verranno usate le Chips (CHP), una speciale criptovaluta basata su Ethereum.

Per garantire la trasparenza, CoinPoker caricherà il suo RNG (Random Number Generator) su blockchain. Il team crede che le tecnologie blockchain siano perfettamente in grado anche di gestire il gioco disonesto.

“La community del poker online ha sofferto tanto negli ultimi due decenni, tra scandali di poker room che hanno bruciato milioni di dollari dei giocatori, casi di cheating che hanno fatto perdere la fiducia nell’RNG e persino utenti disonesti che usano bot per vincere. Noi vogliamo cambiare tutto ciò”, ha dichiarato Michael Josem, Head of Security di CoinPoker, famoso per aver aiutato a scoprire diverse frodi nel poker. “Stiamo sviluppando un sistema anti-frode basato su blockchain, che ci aiuterà a distinguere tra giocatori reali e bot, e a prevenire il cheating. I giocatori casual potranno tornare a divertirsi in serenità”.

La ICO (Initial Coin Offering) di CoinPoker e il suo lancio ufficiale sono pianificati per gennaio, ma la pre-ICO è prevista per settimana prossima: per chi acquisterà i token ci sarà un bonus del 30%.

Per creare liquidità e garantire montepremi più grossi, CoinPoker restituirà alla community il 15% di tutti i token raccolti durante l’ICO. Continuando sulla stessa falsariga, il 25% dei volumi totali verranno ridistribuiti regolarmente tra i player. Ci si aspetta che la continua domanda di chip da parte della community sosterrà e farà crescere il valore della valuta, cosa che rende CHP attraente anche alla community della criptovaluta e degli scambi.